To Top
Eventi passati

#ICC15 – Italia vs Francia

L’incontro tra la gastronomia italiana e il savoir-faire francese, con gli chef Stefano Cerveni e Julien Machet

Durante la seconda tappa della International Chef Cup – #ICC15Italia vs Francia, si realizzerà l’incontro tra la gastronomia italiana e il savoir-faire francese, con gli chef Stefano Cerveni, del ristorante Due Colombe di Rovato (BS) e Julien Machet, che dirige Le Farçon, nella prestigiosa località sciistica di La Tania/Courchevel.

Lo chef Stefano Cerveni ha acquisito buona parte delle sue conoscenze culinarie sul campo, anche se i numerosi viaggi e la possibilità di poter usufruire di insegnamenti da parte di personaggi come Gualtiero Marchesi o Heinz Beck hanno dato un sostanziale contributo alla sua formazione professionale. Dirige da anni il ristorante Due Colombe, uno dei più rinomati della Franciacorta, a Borgonato di Cortefranca. Da poco ha anche acquisito la direzione culinaria della nuovissima Terrazza Triennale. Il tipo di cucina a cui si dedica è salutare, raffinata e colta, completa, senza essere sminuita da mode momentanee. Un piatto, secondo Stefano, deve quindi suscitare emozioni, mangiandolo e nel suo caso anche ascoltandolo; per questo, ha creato per le sue specialità abbinamenti musicali, confermando il piacere a tutto tondo che si può ottenere dal connubio tra arte e cibo.

Per lo chef Julien Machet, ogni prodotto coltivato o allevato con amore da un appassionato è un prodotto nobile. Il suo arrivo a Le Farçon, nel 2000, ha portato a un cambiamento radicale della carta, traghettando così il piccolo ristorante della località sciistica di La Tania, verso nuovi orizzonti gastronomici. L’anima, la passione e il talento dello chef, alla ricerca di prodotti naturali di eccellente qualità e di grande gusto, hanno permesso di condurre il Farçon fuori dai sentieri più battuti, verso un percorso stellato. Attento a privilegiare produttori e allevatori che operano in spazi ambientali intatti, Julien Machet si propone di rendere possibile un “risveglio del gusto” accessibile a tutti e non soltanto a un’ élite.